to top

my life

SONY DSC

Reading Veruschka, My life. Didn’t expect to find such a dramatical story. Veruschka was one of the world’s most famous models (cosidered to be the greatest top model ever existed) in the 60’s and 70’s working with Richard Avedon, Irving Penn, Bert Stern, Diana Vreeland, Salvador Dali and Andy Warhol. She invented Veruschka, but she was really Very Lehndorff, a German girl born in 1939. Her father was a lieutenant and one of the members of “operation Valchiria”, the failed plot to take out Hitler.  He was arrested and executed as a traitor of the nazi regimen.

Need some sugar to digest this story, holiday candy comes in handy.

  • tatti

    cavolo sembra interessante. grazie per questo spunto!
    poi era bellissima!
    buon weekend a tutti 🙂

    29 December 2012 at 11:59 Reply
  • francesca

    Fili, scusa se cambio discorso, sicuramente lo saprai, ma è giusto diffondere queste belle notizie: la collezione low price di Ines de la Fressange per La Redoute!!!!!!!!!non vedo l’ora che sia disponibile anche in Italia!!!!! Restando in tema di biografie di modelle, c’è appunto anche quella di Ines , dal titolo Professione mannequin, edizione italiana di Dalai Editore, merita….

    29 December 2012 at 12:46 Reply
  • PuroNanoVergine

    L’unico mio ricordo di Veruschka è in Blow Up:

    http://www.youtube.com/watch?v=wygqlfUoJEs

    Per il resto è vero che spesso dietro l’apparenza glamour si può trovare un lato oscuro, drammatico, tenuto nascosto (non è tutto oro…).

    p.s. nella foto mi è caduto l’occhio sui coccodrillini alla coca zuccherati: evito di comprarli altrimenti ogni volta finisce che li divoro uno dietro l’altro 🙂

    29 December 2012 at 13:49 Reply
    • Catia

      Ehm, PNV.. Coccodrilli? Secondo me sono bottigliette di coca cola..
      Anche a casa mia c’è un mangiatore di gommose..!

      29 December 2012 at 14:48 Reply
      • PuroNanoVergine

        Hai ragione, Catia (non avevo neanche colto il collegamento con la coca cola: che pisquano).

        29 December 2012 at 17:09 Reply
  • Natalia

    La adoro, conosco bene la sua biografia, che sguardo incantevole…perso nel vuoto. Pura classe…l’unica ed ineguagliabile. Buona giornata! 🙂

    29 December 2012 at 13:56 Reply
  • veraB'

    Da come lo descrivi mi piace !!! Non esiterò …

    Nel frattempo ho preso “Te”, mi spiego, ho acquistato la guida Foodies 2013 😉
    Non si può più fare a meno di un tuo consiglio …

    29 December 2012 at 15:07 Reply
  • DB

    Sapevo della storia familiare di Veruschka, della sua nascita aristocratica e della partecipazione del padre ad uno dei molti tentativi di tirannicidio contro Hitler che -bisogna dire- aveva un ‘mazzo’ esagerato (i tentativi sono stati molti e lui se l’è cavata al massimo con qualche graffio…..).
    Quella dell’attentato eseguito da Claus von Stauffenberg è una pagina storica non sufficientemente indagata e discussa. Infatti, non offre una risposta agli interrogativi che ancora oggi è necessario porsi sulla totale adesione -o meno- dei militari tedeschi al nazismo anche nelle sue espressioni di assoluta bestialità. In altri termini, le SS e la Wermacht erano pienamente assimilabili ?
    In questi due filmati della Rai ci sono due bravi studiosi italiani a tentare qualche valutazione. Sconsiglio, invece, la visione del filmaccio americano (quello con Tom Cruise) perché -come capita spesso con i film di soggetto storico- non aiuta la conoscenza e la comprensione delle questioni reali.
    Parte Prima https://www.youtube.com/watch?v=MbLC4trofiM
    Parte Seconda https://www.youtube.com/watch?v=uli2TopEmiE

    DB

    29 December 2012 at 17:12 Reply
  • Letizia

    E come non ricordarla in “Blow Up”?! Incontrastata icona di bellezza e classe con intelligenza, visto che dopo il suo addio alla moda, si è dedicata a pittura, fotografia e cinema.
    Sono d’accordo con PNV, non è un caso raro che dietro queste vite fatte di sola apparenza ci sia anche molta sostanza e sofferenza (vedi anche il caso di Natalia Vodianova, tra i più recenti che io ricordi), e la vita di Veruschka è certamente interessante, per l’eredità che porta sulle spalle.
    @PNV, se non ricordo male, una volta avevi associato la bellezza di Fili a quella di V. in Blow up, vero?!

    29 December 2012 at 17:33 Reply
    • PuroNanoVergine

      Se non l’avevo fatto lo faccio ora: Veruschka potrebbe essere una Filippa ante litteram?

      29 December 2012 at 17:43 Reply
      • Letizia

        E mi sa tanto che avevi usato queste precise parole… quando si dice coerenza… 🙂

        29 December 2012 at 17:48 Reply
  • PuroNanoVergine

    Più che coerente, ripetitivo.

    (mannaggia, hai una memoria pazzesca: complimenti!).

    29 December 2012 at 23:34 Reply
    • Letizia

      Grazie, troppo buono! In realtà, l’età avanza e ANCHE (:() la memoria inizia a scricchiolare, ma in linea di massima regge ancora… 😉
      ‘Notte, caro!

      30 December 2012 at 00:07 Reply
  • filippa c

    Carissima Signora Filippa,
    La ringrazio vivamente dell’informazione.
    Non son sicuro ma di sicuro le foto della famosa Vera con i suoi occhi parlano della sua Grande Storia Biografica. Cordiali saluti.

    30 December 2012 at 07:43 Reply
  • filippa c

    Scusate gli errori. La personalita’ di una donna vera si trasmette anche attraverso una foto con i semplici particolari che si focalizzano su di lei.

    30 December 2012 at 07:44 Reply
  • Stefy

    Le autobiografie spesso sono interessanti quindi è assolutamente un bello spunto, io di recente volevo acquistare quella di Patrick Swayze scritta con sua moglie, per me è stato un attore, un’artista meraviglioso che ha avuto una vita molto intensa e quando ho scoperto che aveva scritto un libro…mi sono detta…è da comprare!A Natale ne ho ricevuti tre per cui per il momento sono in stop ma appena posso lo comprerò…approfitto per fare a tutti Fili e Planet tantissimi auguri di un felice anno nuovo!!!

    30 December 2012 at 10:54 Reply
  • Gaia

    Io adoro le biografie, autobiografie…soprattutto di donne. Mi piace scoprire che cosa c’e’ dietro all’apparenza. Tutti noi abbiamo una storia che magari non lasciamo scoprire all’esterno.
    Ieri mentre ero in coda in aeroporto ho incontrato una donna che mi ha fatto pensare che la vita puo’ offrirti mille possibilita’, bisogna solo avere il coraggio di buttarsi e di fare scelte a volte non troppo legate ai canoni tradizionali. 50 enne, inglese.. Vive a Bangkok e lavora al consolato, ma fa anche la speaker e dj radiofonica. Era l’immagine della felicita’ e serenita’.

    30 December 2012 at 13:31 Reply
  • laura

    grazie x lo spunto.. buona idea x qst giorni di quasi ozio…
    w le gommose
    kiss

    2 January 2013 at 18:08 Reply

Leave a Comment