to top

wakeupcall

SONY DSC

Come fare per poter vedere qualcosa del luogo, anche se in realtà sei qui per lavoro? Facile, svegliarsi presto! A cena ieri sera ci siamo messi d’accordo in 4 sul puntare la sveglia alle 06.00 (in Italia 05.00) per conquistare the Lion’s Head, la montagna qui sotto, accanto a Table Mountain. Tempo previsto, 2 ore andata e ritorno. Eh. (Magari se corri.) Colazione light per avere qualche caloria in circolo, bottiglietta d’acqua (troppo piccola, grandissimo errore!), cappellino e scarpe da ginnastica, partenza! Qui è piena estate e le temperature salgono oltre i 30 gradi, quindi la mattina presto è l’unica soluzione per un po’ di trekking. Cape town è tutta in salita, (o ovviamente, in discesa), per arrivare dove iniziava il percorso eravamo già belli cotti ma convinti abbiamo proseguito. Abbiamo fatto bene, Lion’s head ci ha regalato dei panorama mozzafiato, profumi e natura straordinari, grande pace con il cuore che batteva forte…ecco la mia benzina! Dopo 3 ore e mezzo siamo tornati, giusto in tempo per una bella, meritata, colazione!

Alla prossima puntata! Fil-good

(non è un tragitto facilissimo, si cammina, ma ci sono anche delle parti un po’ più difficile, per chi soffre di vertigini lo sconsiglio. Se vi capiterà, mettete scarpe comode e non scivolose… Prima di Natale e purtroppo volato giù un ragazzo… Vedo troppa gente partire con troppa leggerezza, ci vuole molta attenzione. Il nostro errore dell’acqua infatti, non andava bene, siamo tornati stremati…)

SONY DSCSONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC SONY DSC Immagine 2SONY DSCSONY DSC

outfit@stella mccartney per adidas Stellasport

  • Letizia

    Ben detto! Immagini mozzafiato! Dalla prima all’ultima! E’ per questo che più di WOW! non riesco a dire, in questo momento… 😉

    29 gennaio 2015 at 21:07 Rispondi
  • Claudia Oliveri

    Beh credo tu possa essere soddisfatta e orgoglioso di te !credo che i tuoi giri in bici abbiamo preparato il tuo fisico alla mancanza dell’acqua nella dose necessaria…quelle temperature dopo solo una notte di risposo in effetti possono essere “invalidanti” ….buon proseguimento !

    29 gennaio 2015 at 22:20 Rispondi
  • giu

    Bello viaggiare per lavoro, ed in realtà godersi una vacanza. Io l’ho provato tante volte ed ogni volta è stata una sorpresa.
    Goditi i tuoi posti meravigliosi e caldi, cara Fili. Qui nella notte è nevicato, giusto due dita, e adesso splende il sole che fa brillare tutto quanto.
    Un abbraccio, giu

    30 gennaio 2015 at 09:54 Rispondi
  • veraB'

    Che M E R A V I G L I A…
    Mi hai regalato e fatto fare un bel sospiro di desiderio e chiudendo gli occhi ho immagino di trovarmi in una circostanza così, che bello !!!

    Immagini sempre belle, buona continuazione…

    baci veraB’

    30 gennaio 2015 at 20:24 Rispondi

Leave a Comment