to top

Sette Green Awards

wp_20161123_18_38_53_rich

Abbiamo consegnato gli annuali Sette Green Awards del Corriere della Sera alla Triennale di Milano. Premiati tre laboratori di ricerca italiani per il loro impegno nel cercare di valorizzare e salvaguardare l’ambiente attraverso nuove idee e concetti. Un nuovo vetro, Glass to Power, che (in poche parole) converte i raggi del sole in energia per la casa, un pannello The Breath, che intrappola polveri sottili e smog, perché anche le nostre case possono essere malate ed infine un progetto per pulire e curare il Mediterraneo dal mal di plastica, studiando l’effetto degli inquinanti sugli organismi marini: Plastic Busters.

Pesante pensare al fatto che l’origine di tutto l’inquinamento… siamo noi.

Avete visto il film di Leonardo Dicaprio Before the flood- punto di non ritorno? L’hanno fatto vedere gratis su Nat Geo, magari riuscite a trovarlo ancora, è fatto molto bene e spiega cosa, purtroppo, saremo costretti ad affrontare nel prossimo futuro…

Per l’evento, come ogni anno, ho indossato un abito green (anche se blu) di Laura Strambi… sandali Greymer.

img_6402

img_6406img_6400love, fil-green. in blue.

  • naty

    Per un altra volta…la Madrina sei tu “!!!SEI UNICA”…meraviglioso il blù!!
    e Tu ovviamente,naty
    ti ho visto pagina 60 di Sette…

    27 novembre 2016 at 11:38 Rispondi
  • Letizia

    Bello! Progetti sempre più innovativi che lasciano ben sperare, anche se ovviamente la strada è ancora mooolto in salita, forse ancora troppo. Hai ragione, è un triste paradosso pensare che stiamo cercando di rimediare ai danni che noi stessi facciamo, incuranti delle conseguenze…
    Ho sempre apprezzato la vena green di DiCaprio, unitamente al grande impegno che mette in prima persona, e si vede che non lo fa certo per mettersi in mostra, a parte il fatto che non ne ha proprio bisogno.
    (comunque non mi è sfuggita l’inquadratura veloce della Stortorget… 😉 )
    Passando a note più frivole, bellissimo il colore del tuo abito ma la menzione speciale va a quei MERAVIGLIOSI sandali! 😉

    27 novembre 2016 at 14:16 Rispondi
  • veraB'

    Condivido che è veramente pesante pensare che l’origine di tutto quest’inquinamento è l’uomo, ma voglio altresì sperare e pensare che (nonostante la salita, come dice Lety) forse un giorno ci possa essere un ritorno positivo.
    Io nel mio piccolissimo ci provo nei gesti quotidiani…
    Intanto, attraverso il blu del tuo meraviglioso abito, mi tuffo nel “Green and positive thinking” !
    🙂

    27 novembre 2016 at 17:21 Rispondi
  • PuroNanoVergine

    Questa cosa che siamo noi colpevoli dell’inquinamento mi ha messo in crisi.
    Penso che mi estinguerò 🙂

    27 novembre 2016 at 20:21 Rispondi
  • Giu

    Oggi ne ho per tutti…
    @Fili: pensavo che il mare aperto fosse di una meraviglia unica, ma oggi ti vedo in questo azzurro e… devo ricredermi! 🙂
    @Naty: stai facendo concorrenza alla nostra Sherlock? Scovi la padrona di casa in ogni dove 😉
    @Lety: mi pare che tu abbia un debole per il ragazzo biondo… sono certo che il “Bello!” di apertura era per lui 🙂
    @Vera: la goccia d’acqua del gesto quotidiano, piccola ma incessante ed inarrestabile, di solito sgretola le montagne, vero?
    @PNV: no way… in ogni modo verrai clonato e le tue copie invaderanno la Terra, fattene una ragione! 😛

    28 novembre 2016 at 15:33 Rispondi
    • Letizia

      Mi dispiace, caro, ma hai toppato alla grande! Il biondo in questione ormai mi lascia alquanto indifferente… 10/15 anni fa, però ti avrei risposto in maniera ben diversa… 😉 😛

      28 novembre 2016 at 16:10 Rispondi
    • naty

      Giu ,cerco solo cose belle.e si trovano !!!
      Non posso mettermi sullo stesso piano della nostra Sherlock,troppo brava!

      28 novembre 2016 at 19:27 Rispondi
    • veraB'

      @Giu: che carica … 😉
      Un bacio

      29 novembre 2016 at 22:33 Rispondi

Leave a Comment